Bloccati nel Mempool? Questi consigli ti aiuteranno a saltare la coda

  • Fa schifo quando la vostra transazione rimane bloccata nel mempool per ore
  • Potete evitare questa enorme coda di mempool usando qualche trucco subdolo
  • Questi trucchi di mempool funzioneranno anche quando si tratta di salvare qualche saturazione

Quando i Bitcoin Billionaire si scatenano e pompano come ha fatto nelle ultime due settimane, sempre più Bitcoiners strisciano fuori dal bosco. Se da un lato questo è ottimo perché alimenta l’azione dei prezzi e ti aiuta a ottenere guadagni epici, dall’altro intasa la rete.

Proprio come abbiamo visto durante il picco di follia dei Bitcoin del 2017, la rete Bitcoin si è inceppata con le transazioni che sono rimaste bloccate per ore e ore nel mempool durante certi periodi. Quindi, vi insegnerò come evitare di rimanere bloccati nel mempool per ore e ore, e possibilmente anche risparmiarvi qualche saturazione quando il Bitcoin è morto come una cripta!

Imparare a controllare il Mempool

Se vuoi diventare un esperto di tasse e imparare a saltare le code, allora dovrai fare un po‘ di lavoro prima di fare una transazione. Non è molto lavoro, ci vogliono forse 5 secondi per farlo, quindi non preoccupatevi. Per risparmiare saturazione e tempo, andate su blockchain.com e controllate il conteggio delle transazioni di mempool. Questo è il numero di transazioni che sono attualmente sedute nel mempool in attesa di essere elaborate.

Quando la volatilità è alta e c’è molto da fare con Bitcoin, ci saranno più transazioni. D’altra parte, durante i periodi di quiete, il mempool sarà relativamente silenzioso. Quindi, più transazioni sono rimaste nel mempool, più a lungo si dovrebbe aspettare – è molto semplice.

Adeguare le tariffe di conseguenza

Il passo 2 per diventare un master di transazione Bitcoin è quello di adeguare le vostre tariffe. La maggior parte dei portafogli, lasciatemi riformulare la frase, i portafogli migliori vi permetteranno di regolare le vostre tariffe. Di solito ci sarà un menu a tendina che vi darà tre opzioni, alta, standard e bassa, e questo è abbastanza buono per usare questo trucco.

Dopo aver controllato il mempool, se ci sono più transazioni nel mempool, vorrete aumentare le vostre tariffe ad un livello più alto. Questo significa che i minatori avranno più probabilità di dare priorità alle vostre transazioni, in quanto ne guadagneranno di più. Invece che la vostra transazione richiede un paio d’ore per essere inclusa in un blocco, potreste anche arrivare al blocco successivo.

D’altra parte, se il conteggio delle transazioni è piuttosto basso, potete abbassare le tariffe fino al livello più basso per risparmiare denaro. Se non ci sono molte transazioni, verrete inclusi nel blocco successivo o in uno poco dopo – risparmiando un paio di sats nel processo. Ricordati di impilare ogni seduta che puoi contare!

Vai a fare il professionista!

Ho condiviso con voi i miei segreti sulle transazioni, quindi andate là fuori e provate questo trucco. Speriamo che possiate usare questa nuova conoscenza a vostro vantaggio per saltare le code e far muovere il vostro Bitcoin più velocemente e a costi più contenuti che mai. Chissà, potreste anche saltare la coda e far eseguire il vostro trade più velocemente ad un prezzo migliore!

Crypto Long & Short: 4 beregninger som viser hvordan den nåværende Bitcoin-rallyen er forskjellig fra 2017

Kryptomarkeder har historisk blitt ledet av detaljistinvestorer, med profesjonelle investorer som følger.

Endres det? Tross alt har høyteknologisk innovasjon de siste 15 årene utført et motsatt ansikt og vendt et bedriftsledet mønster til et forbrukerledet mønster.

Butikkens ledelse var tydelig i fjerde kvartal 2017, da mediehype økte sammen med prisen. Det er ingen tvil om at detaljhandelhypen er roligere denne gangen. CNBC hadde nesten 100 „bitcoin (BTC, + 2,91%)“ overskrifter i første halvdel av 4. kvartal 2017. I løpet av de siste seks ukene, da bitcoin løp til en helt ny markedsverdi, har den satt opp under 40. Hvor i helvete er Davy Day Trader og “Robinhood-effekten” investorer? Ble deres stimulus sjekker ut?

Det er for tidlig å diagnostisere en sekulær trend i kryptoinvestering, hovedsakelig fordi detaljhandel / institusjonell dikotomi er problematisk forenklet. Nedenfor vil jeg gå gjennom fire dimensjoner av markedet som viser hvordan deltakerne i denne oppkjøringen oppfører seg annerledes enn investorene gjorde i 2017:

Bitcoinhval og handel kontra beholdning
Bitcoin vs eter og alt annet
Regulerte kontra offshore futuresmarkeder
N. America vs. E. Asia investorer

1. Bitcoinhval og handel kontra beholdning

Antall adresser som har minst 1 bitcoin økte i et ubøyelig tempo fra slutten av 2013 til 2018-krasj. Den tok seg opp igjen i 2019, og planet deretter ut igjen i vår. Dette er forskjellig fra slutten av 2017, da det steg til en topp med bitcoin-prisen.

Sammenlign det med antall hva vi kan kalle bitcoin “milliardærer”, adresser med minst 1000 BTC. Disse hvalene solgte inn i oppkjøringen i 2017. Denne gangen vokser Bitcoin blockchain’s Forbes List, ikke krymper.

Adressesaldoer må tas med saltkorn; adresserer ≠ enheter. Atferd er et bedre signal. Hvis det er hvaler, hvor svømmer de til? Uansett hvor de overvintrer, tar de med seg bitcoinposene sine. Den oransje mynten akkumuleres mer i lommebøker som historisk kjøper og holder, og mindre i lommebøker som har vist en tendens til å handle.

To ganger siden 2017 har en avmatning i holderakkumulering vært en ledende indikator for markedstoppen. I 2020 viser det ingen tegn til bremsing, ennå.

2. Bitcoin vs. eter og alt annet

Tyremarkedet i 2017 huskes som et fenomen drevet av entusiasme for første mynttilbud (ICO) på Ethereum (ETH, + 14,27%). Men da vanvidet nådde feberhøyde, hadde eter (ETH) i stor grad fullført løpeturen. Ved midtpunktet av 4. kvartal 2017 var bitcoin-avkastningen 23,9%; eteravkastningen var 6,9%. Det var bitcoin sitt Q4-fangstløp som matet oksene.

Kontraster det med 2020, og likhetene og forskjellene forteller. Igjen ledet eteren oppkjøringen, men denne gangen holder den tritt med bitcoin, og returnerte 23,2% så langt i fjerde kvartal til bitcoins 28,4%, selv før den krysset $ 500, tidlig fredag. Hvis 2017s mønster gjentas, kan bitcoin-oksene ha et lengre område å kjøre.

Så konsoliderer kryptomarkeder? Svaret er, ja og nei. Bitcoin-dominans, den oransje myntens andel av kumulativ markedsverdi, er i de høye 50-årene. Vanligvis betyr det en kortere liste over eiendeler som utgjør størstedelen av markedet. Ikke i år.

Topp fem eiendeler i CoinDesk 20 vokser med bitcoin, men den lange halen er nå mer fragmentert enn den har vært siden etterspillet av 2017-boblen. (Dette talet inkluderer stablecoins og andre festede eiendeler.)

3. Regulerte kontra offshore futuresmarkeder

Koret „institusjoner er her“ kan synge om veksten i CME Bitcoin Futures-markedet, og signalisere økende etterspørsel etter regulert eksponering for bitcoin via etablerte operasjonskanaler. Åpen interesse for CME nådde 1 milliard dollar denne uken, en heltidshøyde.

Mye av veksten skyldes imidlertid bitcoins prisløp. Og samlet sett regulerer lett regulerte derivatkontrakter, handlet av enkeltpersoner, rekvisita og likviditetsleverandører, CME. Det ville være uklokt å basere en institusjonell flippening-avhandling på vekst i CME alene. Bedre å si at institusjonell deltakelse vokser med resten av markedet.

Bitcoin e Altcoins Correct Lower, supporti chiave nelle vicinanze

Il prezzo del Bitcoin si è stabilizzato al di sotto di 18.000 USD e detiene il supporto chiave di 17.500 USD.

L’Ethereum sta mostrando segni ribassisti sotto i 480 USD, l’XRP potrebbe scendere sotto i 0,290 USD.
OKB ha raccolto il 18%, YFI è in crescita dell’8%, AMPL in calo del 12%.

Il prezzo del Bitcoin System ha iniziato una importante correzione al ribasso dopo aver fatto trading vicino a USD 18.500. BTC ha rotto il livello di supporto di USD 18.000 ed è addirittura sceso sotto USD 17.750. Il prezzo è attualmente (05:00 UTC) che detiene il supporto di USD 17.500 e sta affrontando molti ostacoli vicino a USD 18.000.

Allo stesso modo, c’è stata una reazione ribassista nella maggior parte dei principali altcoin, tra cui ethereum, XRP, litecoin, EOS, XLM, LINK, BNB, TRX, bitcoin cash e ADA. ETH/USD è ora scambiato ben al di sotto di USD 485 e USD 480. XRP/USD è scambiato al di sotto di USD 0,292 ed è a rischio di maggiori perdite al di sotto di USD 0,290.

Capitalizzazione di mercato totale

Prezzo Bitcoin

Ci sono stati un paio di brutti picchi nel prezzo del bitcoin al di sotto dei livelli di 17.750 e 17.600 dollari. La BTC ha addirittura superato il livello di 17.500 dollari, ma non c’è stato un seguito adeguato. Il prezzo si è ripreso più alto, ma i tori non sono riusciti a spingere il prezzo al di sopra del livello di 18.000 dollari. Una vera e propria chiusura sopra i 18.000 USD è un must per un nuovo aumento verso i 18.200 e i 18.500 USD.
L’aspetto negativo è che il livello di 17.600 dollari è un supporto iniziale. Il supporto chiave si sta formando vicino al livello di 17.500 USD, al di sotto del quale c’è il rischio di un calo maggiore.
Prezzo dell’etereum

Il prezzo dell’etereum è salito vicino al livello di 495 USD e ha iniziato una correzione al ribasso, simile al bitcoin. L’ETH ha negoziato al di sotto del supporto di USD 485 e ora è scambiato ben al di sotto di USD 480. Se ci sono più lati negativi al di sotto di 470 USD, il prezzo potrebbe rivedere il supporto di 452 USD.
Al rialzo, il livello di USD 480 è una resistenza a breve termine. La resistenza principale si sta ora formando vicino al livello di USD 485.
Bitcoin cash, litecoin e prezzo XRP

Il prezzo in contanti di Bitcoin è sceso del 4% ed è scambiato ben al di sotto del livello di pivot di USD 250. Un supporto immediato è a 245 USD, ma il primo supporto importante è vicino al livello di 240 USD. Una rottura al di sotto di USD 240 potrebbe richiedere un test dei livelli di supporto di USD 232 e USD 230. Sul lato positivo, il livello di USD 255 è un ostacolo importante per i tori.
Litecoin (LTC) detiene la principale area di supporto di USD 70,00. E‘ scambiata vicino al livello di USD 73.00, con una resistenza chiave a USD 75.00. La barriera di breakout si sta ora formando vicino al livello di USD 76,50, oltre il quale i tori potrebbero puntare ad un nuovo massimo mensile.

Il prezzo dell’XRP è sceso molto al di sotto del livello di supporto di 0,300 USD. Il prezzo ha addirittura rotto il supporto di 0,295 USD ed è scambiato al di sotto di 0,292 USD. Se gli orsi spingono il prezzo al di sotto del supporto di 0,290 USD, ci potrebbe essere un calo del 5%-8%. Il prossimo supporto principale è vicino al livello di 0,278 USD, dove i tori potrebbero prendere una posizione forte.
Altro mercato altcoins oggi

Nelle ultime ore, alcuni altcoin hanno superato il 5%, tra cui OKB, BTG, YFI, HT, DCR, ETC e HEDG. Al contrario, AMPL, ANT, RUNE, UNI, STX, STX, EWT, ABBC e OCEAN sono scesi di oltre il 5%.

Nel complesso, il prezzo del bitcoin si sta consolidando al di sotto del livello di resistenza di 18.000 USD. BTC deve rimanere al di sopra del livello di supporto di USD 17.500 per evitare un calo maggiore. Al rialzo, i tori potrebbero lottare vicino ai 18.000 USD e ai 18.200 USD.

This mega multi-billionaire investment fund wants to bring Bitcoin to the masses… and is targeting Asia!

Cryptos for everyone! – Fidelity Investments, and its subsidiary Fidelity Digital Asset, are once again making a name for themselves in the cryptosphere. In order to further democratize cryptocurrencies, and after Europe almost a year ago , it is now in the Asian continent that the multinational with $ 7.3 trillion in assets is interested.

A partnership with Singapore to conquer Southeast Asia

According to an article published on the economic media Bloomberg, Fidelity Digital Asset Services has just signed a new partnership with the Singaporean fund Stack Funds .

This agreement will allow Stack Funds to provide its wealthy Asian clients with the secure custody of cryptocurrency from the Fidelity subsidiary.

“There is a critical need for investment platforms that have a deep understanding of what local and regional investors are looking for (…) this has long been lacking in the digital asset space” – Christopher Tyrer, Head of Fidelity Digital Assets

Intended for very wealthy investors, Fidelity’s crypto-asset custody offer meets all the requirements for institutional clients and other family offices

For its part, Stack Funds will take care of monthly audits and insurance for potential crypto-investors.

After its major purchase of shares in a Bitcoin mining company last July, Fidelity continues to become increasingly involved in the cryptosphere. The particular needs of the wealthy and institutional are gradually being met, which should logically remove their last reluctance to invest in Bitcoin and cryptos.